Se il poeta la vedesse, dimenticherebbe le parole delle proprie poesie” Sheik Al Maktoum
Più di ogni altro Emirato, Dubai ha mostrato una fortissima propensione commerciale sfruttando al
massimo la sua posizione geografica favorevole, sia in termini assoluti sia rispetto alle vecchie tratte
verso le Indie. Oggi è considerata “la capitale commerciale del Medio Oriente”
Al fine di incentivare ulteriormente l’ascesa del settore immobiliare, il Ministero dell’Economia di Dubai ha
istituito numerose zone di libera iniziativa economica caratterizzate da vantaggi di natura fiscale.
Queste zone sono dei veri e propri agglomerati urbani, ognuno con una specifica destinazione economica e
con il proposito di attrarre investimenti stranieri; obiettivo che già oggi sembra raggiunto visto che circa il
90% delle compagnie censite nella “TOP 100” della rivista Fortune sono operanti a Dubai.
Dubai è la città delle grandi infrastrutture e dei grattacieli, è la metropoli dei record, la città dell’oro, il luogo
dove storia e tecnologia si fondono in un tutt’uno, dove gente di ogni razza e religione convive nell’ordine e
nel rispetto reciproco. Se a tutto questo aggiungiamo un mare cristallino, spiagge dorate e sole tutto l’anno,
comprendiamo perché oggi Dubai è anche una delle più ambite mete del turismo di lusso mondiale.
Molto si è investito in questo settore: appena una decina di anni fa, nell’Emirato esistevano solo 44 alberghi;
oggi se ne contano più di 350, frutto all’avveniristico sviluppo urbanistico e di quello dei servizi turistici che
hanno inoltre portato Dubai ad essere la capitale MICE (Meetings, Incentive,
Conference and Exibition) dell’intera regione araba.